Sedov - Carlo Crucitti

Vai ai contenuti

Menu principale:

Sedov

Media > Gallerie pubbliche > modelli
 

  


 
Catanzaro, 21-06-2018
Oggi è il turno per le notizie più dettagliate del SEDOV - 1921 (n.5 di 26), il quinto fra i modelli donati al "Museo del Mare" dell'Istituto Tecnico Grimaldi-Pacioli di Catanzaro Lido, in via Sebenico 39.

Il Magdalene Vinnen - nome d'origine del brigantino Sedov - venne costruito nel 1921 a Kiel, presso i cantieri navali Germania Werft su commissione della F.A. Viennen di Brema. E' stato uno degli ultimi velieri progettati e realizzati per il trasporto commerciale - in particolare di nitrati dal Cile e grano dall'Australia - attraverso il Capo Horn. Inizialmente ribattezzato Kommodore  Johnsen nel 1936, quando fu venduto alla Norddeusther Lloyd di Bremerhaven e utilizzato esclusivamente per il trasporto del grano dall'Australia; l'ultimo dei commerci mercantili ancora attivi. Durante la guerro fu utilizzato solo come nave per cadetti e nel maggio del 1945 fu ceduto dalla Germania all'Unione Sovietica in risarcimento dei danni di guerra. L'11 gennaio 1946 il Sedov - così ribattezzato in onore dell'esploratore russo Georgij J. Sedov (1877-1917) - divenne uddicialmente parte della marina sovietica, e in particolare della flotta dislocata nel Mar Baltico. Nel 1952 fu riarmato come nave di addestramento belico - diventando la più grande nave scuola di tutti i tempi - e nel corso degli anni ha partecipato a numerose spedizioni scientifiche di ricerca oceanografica e idrografica. Attualmente, il Sedov è proprietà dell'Università Statale della Tecnica di Murmansk  (Russia).

 
Sedov - 1921
Questo brigantino a palo a quattro alberi è uno degli ultimi velieri costruito, nel 1921, per il trasporto commerciale. Oggi, di proprietà dell’Università della tecnica di Murmansk, è la nave scuola più grande del mondo.
 
 

 
 

  


 
 
15/07/2018 ore
Aggiornato il: 15/07/2018
Torna ai contenuti | Torna al menu